gotop

Inserzione N. 2148512

  • Home
  • Inserzione N. 2148512

Dettaglio

Dettaglio lotto

LOTTO UNICO
Quota pari a 1/1 del diritto di proprietà di porzione di fabbricato condominiale sito in Comune di Roma, zona Colle -Prenestino, via del Maggiolino n. 52, e precisamente: - unità immobiliare ad uso civile abitazione posta al piano T con corte annessa, catastalmente composta da: ingresso/soggiorno con angolo cottura, disimpegno, ripostiglio, due bagni, una camera e una cameretta.

Dettaglio Vendita

Tipologia
Senza incanto
Data di vendita
18/06/2024 15:00
Prezzo base d'asta
€ 181.900,00
Offerta minima
€ 136.425,00
Rialzo minimo
€ 5.000,00
Modalità di vendita
Asincrona telematica
Termine presentazione offerta
17/06/2024 23:59
Effettua un'offerta nel sito del alternativa testuale Gestore vendita telematica

Beni inclusi nel lotto

via del Maggiolino n. 52

Quota pari a 1/1 del diritto di proprietà di porzione di fabbricato condominiale sito in Comune di Roma, zona Colle -Prenestino,...

- Segue nel dettaglio
flag ok Tipologia
Abitazione di tipo civile
flag ok Foglio
662
flag ok Particella
1299

DESCRIZIONE


Quota pari a 1/1 del diritto di proprietà di porzione di fabbricato condominiale sito in Comune di Roma, zona Colle -Prenestino, via del Maggiolino n. 52, e precisamente: - unità immobiliare ad uso civile abitazione posta al piano T della scala A, contraddistinta con l’int. 5 con corte annessa, catastalmente composta da: ingresso/soggiorno con angolo cottura, disimpegno, ripostiglio, due bagni, una camera e una cameretta. A confine con: androne della scala A per due lati, unità immobiliare int, 6, accesso carrabile del Condominio, salvi altri e diversi confini. Censita al Catasto dei Fabbricati del Comune di Roma al foglio 662, part. 1299, sub. 554, z.c. 6, via del Maggiolino n. 52 scala A int. 5 piano T, cat. A/2, cl. 6, vani 5,5, superf. cat. tot. mq 115 – escluse aree scoperte 102 mq, r.c. € 894,76. Lo stato dei luoghi è sostanzialmente conforme alla planimetria catastale e ai titoli edilizi ad eccezione del posizionamento del ripostiglio e di un bagno che sono invertiti rispetto a quanto rappresentato in planimetria. Nel giardino pertinenziale è altresì presente un manufatto in legno non autorizzato ed è stato aperto, senza titolo di legittimazione, un piccolo cancello che dà accesso diretto a via del Maggiolino. Le sopra descritte difformità catastali andranno sanate mediante presentazione di un modello Docfa al costo già considerato nella valutazione del bene. Il manufatto in legno e il varco sul muro di confine del giardino andranno rimossi ripristinandosi lo stato originario dei luoghi, circostanza di cui si è tenuto conto nella stima dell’immobile. Il fabbricato di cui fa parte il sopra descritto bene, originariamente con destinazione urbanistica uffici direzionali, è stato edificato in forza di: - Concessione Edilizia 844/C del 08/07/1989; - Concessione in Variante 1027/C del 04/06/1990; - Concessione in Variante 1341/C del 15/10/1991; - Domande di Condono Edilizio per variazione di destinazione d’uso in uffici e frazionamento protocollo 39972 del 27/02/1995 sot da 1 a 20, assentite con Concessioni in Sanatoria da n. 176563 a n. 176599 del 29/05/1999; - Domanda di Condono Edilizio prot. 532988/00 del 29/11/2004, per frazionamento e cambio di destinazione d’uso in residenziale, assentita con Concessione in Sanatoria n. 362965 del 22/01/2014 (relativa al bene pignorato); - DIA – Denuncia di Inizio Attività prot. 10145 del 23/02/2006 al Municipio VII, con fine lavori e collaudo prot. 7522 del 01/02/2007; - DIA – Denuncia di Inizio Attività prot. 25324 del 03/04/2006 al Dipartimento IX, con fine lavori e collaudo prot. 7524 del 01/02/2007; - DIA – Denuncia di Inizio Attività prot. 49951 del 07/09/2006 al Municipio VII, con fine lavori e collaudo prot. 7510 del 01/02/2007; - DIA – Denuncia di Inizio Attività prot. 63037 del 01/02/2007 al Municipio VII, con fine lavori e collaudo prot. 7516 del 01/02/2007 Non è stata reperito il certificato di reperibilità. Si precisa che nell’atto di provenienza viene indicato erroneamente il numero della domanda di condono relativa al bene in oggetto. Il perito non ha potuto esaminare tutta la documentazione urbanistica in quanto non esibita dai competenti uffici, la regolarità urbanistica è stata quindi accertata solo con riferimento ai condoni e alle DIA presenti presso l’ufficio tecnico del V Municipio. Destinazione urbanistica, eventuali vincoli, stato d’uso, oneri e arretrati condominiali e formalità pregiudizievoli come in perizia. Gli impianti elettrico, termico e idrico non sono attestati di conformità. Non è stato possibile redigere l’Ape per mancanza della documentazione relativa alla caldaia. Il bene è occupato dal padre del debitore e dal debitore medesimo che vi vive saltuariamente; viene emesso ordine di liberazione che sarà eseguito al momento dell’aggiudicazione. Il tutto come meglio descritto nell’elaborato peritale depositato in atti.

Dettaglio Procedura

Tipo Procedura
ESECUZIONE IMMOBILIARE POST LEGGE 80
N° Procedura
1265/2021
Tribunale
Tribunale di ROMA
Lotto nr.
LOTTO UNICO
Pubblicato sul Portale il
26/02/2024

Referenti

Delegato alla vendita
Angela Maria Lorena Cordaro
Custode
IVG DI ROMA SRL
Telefono mobile custode
Telefono custode
0683751500
Email custode
pvp@visiteivgroma.it