gotop

Inserzione N. 1282741

  • Home
  • Inserzione N. 1282741

Dettaglio

Dettaglio lotto

LOTTO UNICO
Appartamento per civile abitazione posto al piano primo, distinto con il numero interno 1, catastalmente costituito da cinque vani. L’immobile è in scarso stato di conservazione ed è in corso di liberazione. Il tutto come meglio descritto nell’elaborato peritale in atti,

Dettaglio Vendita

Tipologia
Senza incanto
Data di vendita
13/09/2021 11:00
Prezzo base d'asta
€ 120.000,00
Offerta minima
€ 90.000,00
Rialzo minimo
€ 5.000,00
Modalità di vendita
Asincrona telematica
Termine presentazione offerta
12/09/2021 23:59
Effettua un'offerta nel sito del alternativa testuale Gestore vendita telematica

Beni inclusi nel lotto

Via Vanni Biringucci n. 39

Appartamento per civile abitazione posto al piano primo, distinto con il numero interno 1, catastalmente costituito da cinque va...

- Segue nel dettaglio
flag ok Tipologia
Abitazione di tipo civile
flag ok Disponibilità
In corso di liberazione
flag ok Superficie
86,00
flag ok Vani
5
flag ok Piano
1

DESCRIZIONE


Appartamento per civile abitazione posto al piano primo, distinto con il numero interno 1, catastalmente costituito da cinque vani; a confine con distacco verso via Vanni Biringucci e via Francesco Selmi, proprietà ***e suoi aventi causa e con vano scala, salvo altri. L’immobile risulta composto da tre camere con disimpegno, ripostiglio, cucina, bagno e due balconi. Sono compresi nella vendita tutti i diritti di comproprietà sulle cose e parti comuni all’intero fabbricato di cui fa parte la sopra descritta porzione immobiliare, a norma di legge e convenzione, ivi incluse le quote proporzionali sulle aree comuni individuate dai subalterni 506, 507 e 509 della particella 509 (BCNC) per come individuate nell’elaborato planimetrico presentato presso l’Agenzia del Territorio – Catasto Fabbricato – Ufficio Provinciale di Roma – in data 30 gennaio 2012, protocollo n. RM0104401 e descritte in perizia. Il tutto censito nel Catasto Fabbricati del Comune di Roma: foglio 287, particella 509, subalterno 3, zona censuaria 6, categoria A/2, classe 3, consistenza 5 vani, superficie catastale totale 86 mq – totale escluse aree scoperte 84 mq, rendita catastale euro 503,55 (Via Vanni Biringucci n. 39 piano:1). Regolarità edilizia: l’esperto riferisce che il fabbricato di cui fa parte il sopra descritto bene è stato edificato intorno al 1950, presumibilmente con progetto n. 24582. Segnala tuttavia l’irreperibilità di detta documentazione edilizia (ad eccezione del fascicolo progettuale n. 13714 del 1968 Piccola Licenza 331 riferita solo al piano terra del fabbricato ovvero cambio di destinazione d’uso da abitazione a negozi e di una istanza di condono 87/23779 Sot. 1 e 2 relativa ai due box con accesso dal civico 39 di via Vanni Biringucci), con la conseguenza che non è stato possibile verificare la conformità dello stato dei luoghi a detto progetto. In ogni caso, in base alla planimetria catastale di impianto, è comunque accertata la sua presenza e consistenza che è del 1966 (pagg. 16 e ss della perizia). Non sussiste corrispondenza catastale tra lo stato dei luoghi e la planimetria. Difformità catastali riscontrate: 1) ampliamento del ripostiglio, a discapito della cucina, con apertura di un vano porta verso la camera adiacente ed eliminazione della porzione di muro che delimitava la cucina verso il disimpegno (pagg. 8 e ss della perizia); 2) il balcone con affaccio verso via Selmi non è rappresentato in planimetria (presente nel prospetto di cui alla piccola licenza 331 protocollo 13714 del 1968, pagg. 8 e ss della perizia); 3) esistenza di un soppalco non raffigurato in planimetria che occupa una porzione del disimpegno e posto davanti alla porta del ripostiglio (pagg. 8 e ss della perizia). Il soppalco non è sanabile ed i costi per la demolizione sono di circa euro 278,41= (pagg. 8 e ss della perizia). Mentre per sanare il balcone, nonché la diversa distribuzione interna determinata dall’ampliamento del ripostiglio ed usoripristinare l’intradosso del solaio con la demolizione del soppalco abusivo, occorrerà presentare sia una Scia di conformità in sanatoria per un costo di circa euro 6.000,00= che un Docfa con spesa di circa euro 450,00= (pagg. 8 e ss della perizia). È presente APE con scadenza al 17/2/2031 e classe energetica F. Non esiste la dichiarazione di conformità dell’impianto elettrico, né dell’impianto termico, né dell’impianto idrico. L’immobile è in scarso stato di conservazione ed è in corso di liberazione. Il tutto come meglio descritto nell’elaborato peritale in atti a firma dell’Arch. Gloria Carmen Percaccio, al quale espressamente si rinvia.

Dettaglio Procedura

Tipo Procedura
ESECUZIONE IMMOBILIARE POST LEGGE 80
N° Procedura
474/2017
Tribunale
Tribunale di ROMA
Lotto nr.
LOTTO UNICO
Pubblicato sul Portale il
03/05/2021

Referenti

Delegato alla vendita
Dora La Motta
Giudice
Raffaele Russo
Custode
IVG DI ROMA SRL
Telefono mobile custode
Telefono custode
0689569801
Email custode
pvp@visiteivgroma.it